Ho creato il progetto “A Plank for the Koala” nel gennaio 2020 dopo aver visto i terribili effetti della siccità e degli incendi in Australia.
La morte di più di un miliardo di animali mi ha colpito così duramente che non riuscivo a smettere di pensare a tale disastro.
Dovevo fare qualcosa. Così ho cominciato ad organizzare lezioni di pilates (Koalates) in palestre e studi per raccogliere donazioni per le organizzazioni che curano i koala e gli ospedali veterinari per i koala.
La bravissima illustratrice francese Marie Capriata ha donato uno splendido disegno che abbiamo cominciato a stampare su magliette e felpe per raccogliere ulteriori donazioni.
Avevo già programmato un tour in Italia con diversi partners quando sono arrivati la pandemia e il lockdown.
Non mi sono arresa e ho incominciato a dare lezioni online per non fermare il progetto.
Questa si è rivelata una grande opportunità per coinvolgere persone da tutto il mondo, rompendo le barriere geografiche e riunendoci per salvare questo animale simbolo dell’Australia e della natura in pericolo.
Attualmente supporto associazioni che si concentrano sulla protezione e ampliamento dell’habitat oltre che sulla cura dei koala.
C’è una grande collaborazione tra loro e mi piace il fatto che ci sia una rete di reciproco aiuto per un fine comune: salvare i koala dall’estinzione ed evitare la distruzione delle meravigliose foreste australiane.